Nuovo Digitale Terrestre 2022 DVB T2
Guide e informazioni sul passaggio alla nuova Tv digitale in Italia.

Cosa cambierà nella tv del futuro


nuova tv digitale 2021

Non è di certo la prima volta che gli italiani si trovano di fronte ad un grande cambiamento per quel che riguarda l’utilizzo del proprio apparecchio televisivo. Forse però, questa volta, siamo di fronte ad una modifica sostanziale per quel che significa a tutti gli effetti avere a portata di mano la tv del futuro.

Se il vecchio tubo catodico è praticamente stato ormai dimenticato da tutti (o quasi) e per un periodo nessuno ha avuto in sala o in cucina un decoder ad occupare spazio, recentemente ci si è interrogati proprio sul fatto se sia meglio cambiare la tv o se invece non si possa usare un buon decoder e mantenere l’apparecchio televisivo.

Meglio una tv abilitata al DVB-T2 o un decoder

Difficile dire cosa sia meglio in questo caso. Secondo noi, si tratta per lo più di una questione generazionale. Sicuramente i giovani che si interessano, tra l’altro, alle nuove tecnologie, avranno modo di seguire l’evoluzione della tv con maggior interesse e propenderanno per l’acquisto di un nuovo modello che possa integrare l’ultimo sistema DVB-T2.

Forse, al contrario, una persona anziana che è abituata all’uso del proprio televisore e che ama l’attuale gestione “hardware” potrebbe trovare meno difficoltà, collegando un mini-decoder all’attuale apparecchio televisivo. I dispositivi sono veramente piccoli e hanno un costo decisamente contenuto. In questo modo non ci si deve preoccupare più di nulla e si potrà continuare a guardare senza alcuna limitazione le proprie trasmissioni preferite.

Sarà una tv sempre più interattiva?

Sicuramente l’interattività della tv moderna sarà maggiore. Il pubblico vuole essere sempre più parte integrante di ciò che avviene dentro lo schermo. Proprio per questo motivo ci vorrà, in primis, una connessione a banda larga che permetta una certa stabilità di contatto tra le case private e la sede in cui si potrà svolgere un gioco a premi interattivo e in secondo luogo, ci vorrà una strumentazione audio e video di una certa qualità, in dotazione alle Smart Tv di ultima generazione. Collegamenti con biblioteche e musei virtuali avranno sempre più spazio, così come gli store di applicazioni che permetteranno, ad esempio, di provare il gioco Crazy Time, anche su grande schermo.

L’interazione tra pubblico a casa e trasmissione televisiva esiste già da molto tempo. A limitarne lo sviluppo, però, c’è da un lato il costo della telefonata che l’utente deve sostenere, dall’altro la difficoltà nell’essere inserito in una fila potenzialmente infinita e prendere finalmente la linea dopo molti tentativi. Internet e le tv intelligenti dovrebbero permettere di bypassare questi metodi vetusti.

Il ruolo del 5G nell’evoluzione televisiva

L’innovazione che il 5G sarà in grado di portare non è ancora molto chiara ai più. C’è chi si spaventa al solo sentirlo nominare, mentre altre persone prevedono degli utilizzi fantascientifici. È molto probabile che le meraviglie che questa nuova tecnologia ha in serbo per noi ci sapranno sorprendere, ma per il momento è meglio restare con i piedi per terra.

Di certo, quello che il 5G andrà a migliorare per quanto riguarda la tv è l’utilizzo di uno streaming davvero efficace e funzionale. In questo modo sarà possibile recuperare tutti i contenuti che non si sono potuti vedere in diretta.

Per altre importanti novità in merito al 5G, vi consigliamo di restare connessi!

Have any Question or Comment?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli recenti