Nuovo Digitale Terrestre 2021 DVB T2
Guide e informazioni sul passaggio alla nuova Tv digitale in Italia.

Cosa cambia tra DVB T e DVB T2 del digitale terrestre?


migliori tv 55 pollici dvb t2

Nel 2023 (forse) l’Italia in tutte le sue regioni concluderà il passaggio al nuovo standard della tv digitale terrestre DVB T2. Ma che differenza c’è con il vecchio standard DVB T? E in sostanza cosa cambia?

Il nuovo sistema televisivo digitale DVB T2 (Digital Video Broadcasting – Second Generation Terrestrial), è lo standard di ultima generazione del digitale terrestre approvato dal consorzio europeo DVB, composto dal Comitato Tecnico Congiunto (JTC), dall’Istituto  europeo per gli standard nelle comunicazioni (ETSI), dal Comitato Europeo per la Standardizzazione Elettrotecnica, e dell’Unione Europea per la Radiodiffusione (EBU)..

L’adozione della nuova tecnologia consentirà una maggiore qualità audio/video rispetto al vecchio standard, i programmi in alta definizione, e consentirà un uso più efficiente dello spettro con il rilascio della banda 700 MHz in favore del 5G.

Vedi il calendario aggiornato del passaggio al nuovo digitale terrestre.

Ma che differenza c’è tra lo standard DVB-T e quello più nuovo DVB-T2 del digitale terrestre?

  • Il DVB T è una modalità di trasmissione della tv digitale che sfrutta le compressioni audio/video della famiglia Mpeg-2 (H.264 – Mpeg-4 per i canali HD), insieme al sistema di modulazione delle frequenze OFDM (Orthogonal Frequency Disivion Multiplex). La tecnologia, comprimendo digitalmente il segnale tv (come un file zip), è in grado perciò di usare in modo più efficiente la banda dello spettro elettromagnetico, moltiplicando i canali tv (in Italia fino a 6 a definizione standard, fino a tre in HD) trasmessi all’interno di una normale frequenza.
  • Il nuovo standard DVB T2 è ancora più efficiente, perché sfruttando una migliore tecnica di modulazione dei segnali che utilizza un gran numero di portanti e un controllo dell’errore (CODFM – Coded Orthogonal Division Multiplexing), insieme ad altre più evolute specifiche, permette un notevole e ulteriore risparmio di spazio nelle singole frequenze (Multiplex), assicurando più quantità di emissione di canali, grazie ad un aumento del 30% della banda sfruttabile. I segnali ravvicinati della tecnologia di trasmissione digitale non interferiscono tra loro, contrastano la distorsione del segnale, e consentono una buona ricezione dei dati televisivi anche in presenza di interferenze e livelli elevati di rumore.Con lo standard DVB T2 è possibile selezionare una grande varietà di opzioni: dal numero di portanti, alle dimensioni degli intervalli di guardia, fino al numero di segnali pilota), che comporta anche un risparmio di costi per la gestione dei canali per gli operatori di rete.Attraverso il nuovo standard unito alle nuove tecnologie di compressione video-audio (H.265 – HEVC main 10) si possono trasmettere più canali in alta definizione e in definizione normale. Permette infine alle emittenti di offrire nuovi servizi interattivi qualitativamente superiori.

Come capire se il vostro TV è compatibile con il DVB T2

Scopri cosa cambia per te con l’arrivo del DVB T2.

Have any Question or Comment?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli recenti